domenica 27 gennaio 2019

Per non dimenticare

Perchè .... 
"Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario." (Primo Levi)


"Il bambino con il pigiama a righe"  di 
John Boyne, pubblicato nel 2006,  è un libro commovente e struggente , dal quale è stato tratto un film, che parla di amicizia.
L'amicizia che unisce, quando le barriere dividono. 

27 commenti:

  1. Questo film, con il suo finale struggente, mi ha fatto piangere. ...
    Giusto ricordarlo oggi.

    RispondiElimina
  2. Credo occorra tramutare la tristezza in forza e contrastare le decisioni che separano chi ha diritti da chi non ne ha. Li abbiamo tutti, da esercitare assieme alla giustizia.
    Ciao.

    RispondiElimina
  3. Ricordo di essermi molto emozionata guardando questo film.
    La ferocia dell'uomo, vista attraverso gli occhi ingenui dei bambini, è persino più dilaniante di quanto già non sia questa triste pagina della storia mondiale.
    Buona domenica.

    RispondiElimina
  4. "io ho solo una colpa: quella di essere nato".
    Ti abbraccio Mirtillo, grazie per la condivisione.

    RispondiElimina
  5. Ricordare, riflettere e...imparare ad amare...

    RispondiElimina
  6. Ricordo il film....
    Purtroppo in molte parti del mondo ancora guerra violenze torture é giusto non dimenticare ma quel che succede oggi molti non sanno o non se ne parla!!!!

    RispondiElimina
  7. The picture itself is poignant.

    RispondiElimina
  8. grazie del vostro passaggio e buona settimana

    RispondiElimina
  9. Ho visto anch'io il film :( Parlarne e tenere sempre viva la memoria nei giovani. Bacioni cara e buona serata ^_^

    RispondiElimina
  10. Non ho letto il libro, ma visto il film! Ed è delicatamente e prepotentemente devastante!

    RispondiElimina
  11. Non ho letto il libro, tuttavia conosco la storia. Non bisogna mai dimenticare!

    RispondiElimina
  12. Ho visto il film, straordinario. Ottimo modo per ricordare questa giornata

    RispondiElimina
  13. film bellissimo .
    ogni tanto nelle scuole dovrebbero farlo vedere come altri ..esempio la ladra di libri e molti altri ... perchè magari le parole non le ascolti..ma le immagini ti rimangono dentro ..penso che sopratutto con i ragazzi ,le persone giovani ..visto che son quasi tutti multimediali ..le immagini ..anche con altri argomenti.. avrebbero più presa , perchè la parola a volte entra e ..passa ..ma le immagini sopratutto se toste rimangono
    serena settimana

    RispondiElimina
  14. Letto il libro e visto il film. Uno dei rari (secondo me) casi in cui il film è bello e all'altezza del libro. E per un tema così delicato... E ancora meglio.

    RispondiElimina
  15. Buona settimana e grazie per essere passati.

    RispondiElimina
  16. Cara Mirtillo, passa da me che ce un premio per te!!!
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  17. Non ho visto questo film, ma la foto mostrata mi incoraggia ad andare avanti all'infinito. Saluti.

    RispondiElimina
  18. Ho sempre voluto leggere questo libro ma ancora non ne ho avuto occasione. Ciao, a presto.

    RispondiElimina
  19. Non bisogna mai dimenticare anche perché le cose che si sono verificate possono ripetersi. Si era detto mai più campi di concentramento e guerre in Europa… poi abbiamo conosciuto i campi di sterminio e stupro nella ex Jugoslavia di Milosevic. L'uomo è una bestia che, ciclicamente, ricade nelle più orrende tentazioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo sembra proprio che sia così !! Saluti.

      Elimina
  20. Buona giornata a tutti, oggi neve !!

    RispondiElimina
  21. Ciao,quel passatao non può e non potrà mai essere dimenticato.
    Il film, una cruda realtà.
    Buon pomeriggio
    Rachele

    RispondiElimina
  22. Ciao ho visto il film e letto il libro. Il film mi ha emozionato molto. Mai dimenticare.

    RispondiElimina