sabato 14 dicembre 2019

Calendario dell'Avvento, del Focolare, dell'Anima

Eccomi pronta ad aprire la mia seconda casellina del "Calendario dell'Avvento del Focolare dell'Anima", organizzato dall'amica Sciarada . 




Questa volta vorrei presentarvi una poesia di Rodari. 
Nel 2020 saranno cento anni dalla nascita di  anni di Gianni Rodari, pedagogista, poeta e giornalista, nato ad Omegna nel lontano 1920. 
Nel corso della sua vita, egli ha scritto molti racconti e poesie  e  i suoi libri sono sempre molto amati da grandi e piccini perchè parlano di  sentimenti  veri, sinceri, profondi, nei quali è facile ritrovarsi.                                                                                       
Tra le molte poesie che Rodari ha scritto per il Natale, ho scelto  "Un abete speciale"   per il suo messaggio:  sarà veramente Natale  quando, in tutto il mondo, non  ci sarà più nemmeno un bambino che piange e che non sa cosa sia una festa. 

Un abete speciale

Quest’anno mi voglio fare
un albero di Natale
di tipo speciale,
ma bello veramente.

Non lo farò in tinello, lo farò nella mente,
con centomila rami,
e un miliardo di lampadine
e tutti i doni
che non stanno nelle vetrine.

Un raggio di sole
per passero che trema,
un ciuffo di viole
per il prato gelato,
un aumento di pensione
per il vecchio pensionato.

E poi giochi,
giocattoli, balocchi
quanti ne puoi contare
a spalancare gli occhi:
un milione, cento milioni
di bellissimi doni
per quei bambini
che non ebbero mai
un regalo di Natale,
e per loro un giorno
all’altro è uguale,
e non è mai festa.

Perché se un bimbo
resta senza niente,
anche un solo, piccolo,
che piangere non si sente
Natale è tutto sbagliato.


(immagine da Bimbisaniebelli.it)



Passo il testimone a Negus http://negus-reale.blogspot.com/.
Ringrazio Sciarada, che anche quest'anno, mi ha permesso di partecipare a questa bella iniziativa.
A Voi tutti una buona continuazione  del periodo dell'Avvento, in attesa del S. Natale. 

martedì 10 dicembre 2019

Artigiano in fiera

Sabato 30 novembre mi sono recata alla Fiera di Rho-Pero , per la manifestazione "L' Artigiano in Fiera".
Questa manifestazione si tiene ogni anno e dura tutta la settimana, fino all'8 dicembre. 
Raggruppa artigiani italiani, europei, dei paesi asiatici e africani che presentano le loro creazioni migliori.

Quest'anno la novità era il pass, ciascuno doveva avere il suo.
Per ottenerlo, a casa, mi sono registrata all'apposito sito e ho salvato il pass sul telefonino. 
In pratica, per entrare, sono stati adottati gli stessi sistemi di controllo degli aeroporti con i metal detector , ma questo ha creato una certa coda all'ingresso.
Poi, una volta dentro, tutto bene, c'era la solita atmosfera di grande festa che accompagna questo grande evento.
Secondo me, gli stand più belli sono quelli dedicati alle regioni italiane , a me piacciono i presepi del Trentino, le borse in pelle della Toscana, le ceramiche siciliane, i coralli della Sardegna...... Poi mi piacciono molto le decorazioni natalizie dei paesi dell'Est e, negli anni, ne ho comprate diverse. 
Vi mostro un pò di foto mie, "sparse", così potete farvi un'idea :
L'ingresso














sabato 7 dicembre 2019

Sant'Ambrogio arriva...

Il 7 dicembre, a Milano, è festa grande: si festeggia il santo patrono S. Ambrogio.
Per l'occasione,  ci saranno la prima della Scala con "La Tosca" di Puccini, la fiera degli Oh Bej oh bej e l' assegnazione degli Ambrogini d'oro ai cittadini meritevoli, mentre l'albero davanti al Duomo dovrebbe essere stato già acceso ieri sera.
Quello di quest'anno non è il classico abete  ma una struttura di led alta 37 metri e composta da 81.448 punti luce, nella quale è possibile entrare.
Con le mie foto vi voglio portare a vedere la Basilica di S. Ambrogio, una delle più antiche chiese di Milano, fatta costruire dallo stesso S. Ambrogio sul luogo dove erano stati seppelliti alcuni martiri.
Le mie foto sono di domenica 29 settembre 2019









Proverbi legati a S. Ambrogio :
  • Senza neve a S. Ambrogio, l'inverno sarà mogio.
  • A S. Ambrogio il freddo cuoce.
  • A S. Ambrogio abburratta (la farina) e cuocila.
  • Se a S. Andrea la neve non verrà, per S. Ambrogio non fallirà. 
S. Ambrogio è considerato il protettore delle api, degli apicoltori e dei fabbricanti di cera.
Si narra che, mentre Ambrogio, piccolissimo, dormiva in una culla, nel cortile di casa, sopraggiunse uno sciame di api. Gli insetti si posarono sul suo viso, entrarono e uscirono dalla bocca senza fargli alcun male. 


mercoledì 4 dicembre 2019

Calendario dell'Avvento, del Focolare, dell'Anima


Anch'io  faccio parte della squadra che partecipa alla VI edizione del "Calendario dell'Avvento, del focolare, dell'anima", una bella iniziativa portata avanti  dall'amica Sciarada, per aspettare, tutti insieme, il S. Natale.


Il mio acrostico: 
Natività

Natale Arriva Tutti Insieme Viviamo ITrepida
Attesa 
Vorrei presentarvi un dipinto, che sono andata a vedere a Milano, presso il Museo Diocesano che, ogni anno in occasione del S. Natale, ospita un "Capolavoro per Milano". 
Si tratta dell' "Adorazione dei Magi" di Artemisia Gentileschi, prestato per l'occasione dalla Cattedrale di Pozzuoli.


(foto da Internet)


L'Adorazione dei Magi, è una tela molto grande, una pala d'altare.
E' stata commissionata ad Artemisia dal vescovo spagnolo di Pozzuoli Martìn de Lèon y Cardenas dopo il 1631, anno dell’eruzione del Vesuvio che risparmiò la città. 


In questa tela, la figura della Vergine è descritta con grande dignità, mentre con dolcezza porge il bambino alla venerazione dei Magi, sotto gli occhi di San Giuseppe che, secondo la tradizione dell’episodio evangelico, resta defilato sullo sfondo.
La composizione è dominata dalle imponenti figure dei Magi, riccamente abbigliati con manti di stoffe preziose.
La solennità dell’evento e dei gesti di riverenza e rispetto dei Magi si coniugano all’atmosfera di affettuosa intimità che si crea grazie ad un sapiente gioco di sguardi. 



La cattedrale di Pozzuoli subì danni ingenti nel corso dell’incendio del 1964; nell’Adorazione dei Magi di Artemisia purtroppo, si danneggiò irrimediabilmente la parte superiore del dipinto e in particolare il volto del mago moro, che oggi, quasi, si confonde con lo sfondo della tela.

Passo il testimone a Sciarada : https://animamundi-sciarada.blogspot.com/, io tornerò prossimamente per aprire un'altra casellina del Calendario con tutti voi, se vi va. A presto.


venerdì 29 novembre 2019

Amigurumi e dintorni

Nel mese di ottobre, mi sono iscritta a quattro incontri  presso una libreria della mia zona, per "Amigurumi e dintorni". 
Si trattava di passare un paio d'ore in compagnia, facendo dei piccoli lavori e, dato che gli incontri si svolgevano in una libreria, abbiamo realizzato dei segnalibri, che potranno  essere utilizzati come regalini, in varie occasioni.
Nel corso del primo incontro, ho realizzato il segnalibro che vedete in foto. . 
E' composto da una rosa fatta all'uncinetto e incollato su un bastoncino, abbellita poi con una perla centrale e dei nastri :




Nel corso del secondo incontro, ho realizzato quest'altro segnalibro, formato da due casette fatte con ritagli di panno e unite da un nastrino  :




Nel corso del terzo incontro, ho realizzato un segnalibro formato da  un cuoricino e una farfalla, fatti all'uncinetto :


E, alla fine, nel quarto e ultimo incontro, dopo tanti segnalibri, abbiamo rivestito con avanzi di stoffa un'agenda e una biro: tutto coordinato e mooolto sciccoso, per l'anno che verrà .


Gli incontri sono finiti, mi sono piaciuti e sono stata bene, spero che ci saranno altre occasioni per ritrovarsi e creare ancora qualche cosa di bello, con le nostre mani.

lunedì 25 novembre 2019

Il muro delle bambole



Il Muro delle Bambole di Milano, via De Amicis : "Wall of Dolls", l’installazione artistica nata a sostegno della lotta contro la violenza sulle donne, ideata da Jo Squillo.

Sono foto che ho scattato io nel dicembre scorso, passandoci davanti mentre andavo al museo Diocesano, il muro  si trova proprio di fianco alle colonne di San Lorenzo. 

Queste foto le pubblico ora, all'avvicinarsi della Giornata contro la violenza sulle Donne, per ricordare tutte le vittime delle tante violenze e per ricordare che bisogna avere il coraggio di denunciare e chiedere aiuto, prima che sia troppo tardi !!!!





mercoledì 20 novembre 2019

City Life e la fontana delle stagioni.


Domenica 6 ottobre, sono stata a Fieramilano City per "Pet in the City". Al ritorno, sono scesa dalla metro alla fermata di Tre torri, sia per vedere a che punto sono i lavori di costruzione della terza torre (quasi finita), che per rivedere la fontana delle Quattro Stagioni,in Piazza Giulio Cesare, che avevo visto solo  di sfuggita qualche anno fa. 

Il contrasto tra il vecchio e il nuovo è molto forte e dimostra come Milano sia una città in continua evoluzione,infatti, dietro la fontana del 1927, ci sono le modernissime tre torri.

Ecco le mie foto, purtroppo la giornata era nuvolosa :