lunedì 8 maggio 2017

Manet a Milano

Domenica 7 maggio mi sono recata a visitare, a Milano - Palazzo Reale (di fianco al Duomo) la mostra "Manet e la Parigi moderna" che  intende raccontare il percorso artistico del grande maestro (1832-1883) che, in poco più di due decenni di intensa attività, ha prodotto 430 dipinti, due terzi dei quali copie, schizzi, opere minori o incompiute.
Le opere presenti in mostra arrivano dalla prestigiosa collezione del Musée d’Orsay di Parigi: un centinaio di opere, tra cui 55 dipinti – di cui 17 capolavori di Manet e 40 altre splendide opere di grandi maestri coevi, tra cui Boldini, Cézanne, Degas, Fantin-Latour, Gauguin, Monet, Berthe Morisot, Renoir, Signac, Tissot.
Conoscevo poco Manet, da non confondersi con Monet, e devo dire che mi ha un pò delusa.
I suoi quadri sono, spesso, troppo cupi, manca il colore che illumina tutta la scena.

Molto più belli altri quadri presenti di altri autori ;  soprattutto mi è piaciuta la sezione dedicata ai balli e ai fasti dell'Ottocento,dove lo sfarzo degli  abiti e delle acconciature sono  rappresentati veramente molto bene.


Se volete visitarla, consiglio di fare il biglietto online, per evitare code.
La mostra è aperta fino al 2 di giugno. 


       
Manet 

  
James Tissot : il ballo                                          

Manet : peonie bianche


Le ballerine di Degas.

9 commenti:

  1. Anche io adoro follemente i balli dell'ottocento!
    Un bacio


    Nuovo post mio blog!
    Ti aspetto da me se ti va!
    http://lamammadisophia2016.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
  2. Sempre spunti interessanti..complimenti!

    RispondiElimina
  3. Quella cupezza io la trovo invece significativa e profonda ma è una questione di preferenze e gusti.

    RispondiElimina
  4. Una mostra davvero interessante!
    Di tutti gli impressionisti il mio preferito è Monet, con i suoi colori brillanti e gli effetti di luce e ombra che sono fenomenali... mi piace anche per l'amore che aveva per i fiori, che coltivava lui stesso nel suo giardino e poi dipingeva.
    Grazie cara per l'apprezzamento, sei gentile.
    Un caro saluto e buon proseguimento di settimana!

    RispondiElimina
  5. Una mostra davvero interessante!
    Di tutti gli impressionisti il mio preferito è Monet, con i suoi colori brillanti e gli effetti di luce e ombra che sono fenomenali... mi piace anche per l'amore che aveva per i fiori, che coltivava lui stesso nel suo giardino e poi dipingeva.
    Grazie cara per l'apprezzamento, sei gentile.
    Un caro saluto e buon proseguimento di settimana!

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  7. deve essere stato interessante!
    Buona giornata, Luisa

    RispondiElimina
  8. ho avuto la fortuna di vedere questi capolavori al Musée d’Orsay di Parigi da dove appunto dici che ora sono approdati lì a Milano. Adoro gli impressionisti.

    x il post sui libri non preoccuparti, lo farai se e quando lo vorrai.....un bacione

    RispondiElimina