domenica 4 maggio 2014

Un Libro

 Durante le vacanze di Pasqua, ho tentato di leggere "STORIA DI UNA  LADRA DI LIBRI" di Markus Zusak.
Da questo romanzo so che è stato tratto un film che ha avuto un certo successo, di esso ho letto recensioni positive, io però, non l'ho visto.
Ho acquistato il libro, pensando di trovarmi di fronte a una storia scorrevole, invece sono arrivata a metà e sono bloccata.
La vicenda in sè non è male, narra di una ragazzina, Liesel, che rimane sola nella Germania nazista. Questa ragazzina impara a leggere grazie all'assistenza del padre adottivo e ama talmente la lettura e desidera imparare cose nuove che ruba i libri che le capitano a portata di mano, non potendo permettersene di nuovi.
Il primo libro che ruba è "il manuale di un necroforo" ed è su questo libro, con l'aiuto del padre che impara a leggere.
Ma poi la storia si complica, c'è la guerra, la famiglia adottiva di Liesel nasconde un ebreo in cantina.. qui la storia si infittisce e si ingarbuglia, io  mi sono interrotta perchè è un libro anche un pò pesante da leggere e spero di portare a termine questa storia, narrata dalla Morte stessa chiacchierona e curiosa, che aggiunge le sue osservazioni a tutta la vicenda.
Credo, sia meglio il film ! 

4 commenti:

  1. ciao cara, succede anche a me che se un libro inizia ad essere un po pesante o non mi appassiona lo lascio a metà. o magari è solo un periodo cosi.... un caro saluto e grazie per esse passata anche Kim ti fa un BAU!!

    RispondiElimina
  2. Lo sto leggendo anch'io, e pensavo fosse un pò diverso,le prime pagine le ho un lette a tratti perchè non ci capivo un gran chè....sono un pò indietro ancora ,ma se dici così mi sa che una gran strada non la faccio.Poi ti dirò.
    Ciaoo e buona settimana .....speriamo meno piovosa
    Magda

    RispondiElimina
  3. Ci sono certi libri, che davvero non si capisce come balzino alla cronaca del successo - e certe volte, io nemmeno i film riesco a reggere. Un abbraccio Mirty e sempre grazie, sei preziosa! (Freawaru)

    RispondiElimina
  4. Ciaoooooo Mirty, mi accorgo che da un po' di tempo non ci " frequentiamo". Tutto bene?. Grazie per aver parlato di questo libro, non lo conosco.
    Con un telematico abbraccio ti auguro una domenica favolosa. Bruna

    RispondiElimina