domenica 7 aprile 2013

Un libro


Antoinette Kampf è una ragazza  che vive con i suoi genitori in un lussuoso appartamento parigino. 
Non è sempre stato così, il padre  ha dovuto lavorare sodo per accumulare una fortuna. La sua determinazione e mancanza di scrupoli lo ha portato al successo.
La ragazzina ha quattordici anni. Non è più una bambina ma non è ancora un'adolescente. Ha un rapporto difficile con la madre, Rosine, che a sua volta ha avuto un passato piuttosto burrascoso, e - come il marito - è altrettanto determinata a farsi accettare dall'alta società parigina.
A questo scopo invitano tutta la "gente che conta" ad un grande ballo che si terrà nella loro nuova casa e spendono una fortuna  per procurare ai propri ospiti cibi raffinati, champagne, un'orchestra per la musica della serata.

Antoinette  è entusiasta per la prospettiva, tuttavia, la madre non ha alcuna intenzione di lasciarla andare al ballo.
Vengono stampati  centinaia di inviti ma Antoinette, incaricata di spedirli, li getta nella Senna,  per vendicarsi.
Ne consegna uno solo:  quello della sua  anziana maestra di pianoforte che sarà infatti l'unica a presentarsi, la sera del ballo. 
L'effetto comico si ha nello sconcerto dei due padroni di casa che, non potendo indagare sulle ragioni di questa diserzione in massa, da parte di persone di cui non conoscono riti e costumi, congetturano sulle cause dello smacco e finiscono per rammaricarsi soprattutto dello spreco del cibo.
Questa è la trama de : "IL BALLO" un bel racconto  di Irene Nemirovsky, lo si legge in un paio di ore .

Nessun commento:

Posta un commento