sabato 30 giugno 2018

Il giardino di Villa Necchi-Campiglio

Villa Necchi-Campilio (della quale ho già parlato nel post precedente) si trova a Milano, in via Mozart. E' facilmente raggiungibile a piedi, dalla fermata della metropolitana 1 rossa, di Palestro.
E' visitabile dal mercoledì alla domenica, grazie ai volontari del FAI, che accompagnano i visitatori durante la visita.

Nel post precedente vi ho mostrato alcune foto degli interni, oggi vi mostro alcune foto del parco.

Il parco, dalla strada, non si vede, c'è un alto muro di cinta che proteggeva la privacy dei proprietari. 
Il centro del parco è la piscina, circondata da fiori.
E' stata una delle prime piscine private di Milano, a testimoniare il benessere dei proprietari.

Oggi, il  parco può diventare location per ricevimenti di matrimoni.
Quando ci sono andata io, all'interno della villa, c'era una mostra di etichette di vini di Donnafugata e, all'esterno, offrivano un assaggio di vini. Io ho assaggiato un bianco molto buono ma, essendo a stomaco vuoto, è stato proprio solo un assaggio.

Ecco le mie foto della piscina e del parco:










lunedì 25 giugno 2018

Visita a Villa Necchi-Campiglio


Sabato 23 giugno, sono stata a Milano a visitare Villa Necchi Campiglio, una delle residenze storiche milanesi. 
Prima di mostrarvi alcune delle tante foto che ho fatto, qualche notizia, che prendo dal sito del FAI:
La villa è stata donata al FAI da Gigina Necchi Campiglio e da sua sorella Nedda Necchi.
Appartata nel cuore di un signorile e tranquillo quartiere del centro milanese, la villa venne progettata nei primi anni '30 dall'architetto Piero Portaluppi, su incarico delle sorelle Necchi e di Angelo Campiglio, marito di Gigina ed esponente della borghesia industriale del tempo. 
L'edificio è inserito in un bellissimo giardino con piscina. 
Il piano terra, affacciato sul verde parco, era il luogo di ricevimento degli ospiti, con salotti, biblioteca e sala da pranzo.
Al piano superiore vi era la zona notte, ogni camera aveva un piccolo salottino e un bagno tutto in marmo.
I corridoi del piano superiore,  sono occupati da grandi armadi murali che, ancora oggi, contengono i capi di abbigliamento dei proprietari .
Le due sorelle erano molto eleganti, i cappellini, le borse e diversi vestiti si possono vedere dagli armati, lasciati appositamente aperti. 
Gli arredi sono originali e preziosi e testimoniano il lusso della villa . 
Vi mostro delle foto , che ho scattato io, relative  agli interni, nel prossimo post passerò a mostrarvi gli esterni, quindi la piscina e il parco.
Buona settimana... 



giovedì 21 giugno 2018

Vacanze d'estate .

L’estate è una filastrocca
per muovere i piedi e la bocca.
L’estate è una cantilena
per fare con gli amici una catena.
L’estate è una ninna nanna
per dormire nella capanna.
L’estate è un ritornello
per fare insieme i salti nel ruscello.
L’estate è una canzone
per fare cantare insieme le persone.

(R.Piumini)

Buona estate e tante cose belle a tutti !!!

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

venerdì 15 giugno 2018

Un tuffo nel passato

Nel mese di maggio sono andata a vedere una piccola esposizione di abiti del passato, dal 1865 al 1935, ricostruiti con molta cura e attenzione ai particolari da Alessandro Ubezio, scenografo e appassionato di storia del costume.
Dettagli e pizzi antichi che si mescolano a tessuti attuali e ci danno l'idea di com'era il guardaroba di una elegante signora, in ogni occasione .

Vi mostro alcune foto, che ho fatto, io e aggiungo qualche piccola notiziola a riguardo :


(abito da ricevimento -1880)

(completo da passeggio -1879)

(abito da sera-1905)

(abito da sera - 1932)


(Questo è il mio preferito e avrei proprio voluto indossarlo per un ballo.)

domenica 10 giugno 2018

La Madonna di San Luca.

Ieri, 9 giugno mi sono recata a Bologna, dove mi aspettava una mia carissima amica.
Insieme, siamo state a visitare la Basilica di San Luca.

Qualche notizia su questa basilica: 
La Basilica di San Luca è visibile da ogni punto di Bologna perché è situata in alto e ci si arriva anche a piedi attraverso un portico formato da 666 archi e 15 cappelle. E' un portico lungo 3,796 km, il più lungo al mondo.
Vi si venera l'icona della Madonna che, secondo la tradizione è stata dipinta dall'evangelista Luca.
In realtà è una icona bizantina del XII secolo.


Ecco alcune foto: 


Il trenino che porta al Santuario. 

Il colonnato che porta al Santuario. 

Questa è la Basilica della Madonna di San Luca.

Davanti al Santuario c'è questo piazzale. 


Dal Santuario, si gode di un bel panorama di tutta la città.

Dal Santuario, la vista spazia anche sulle colline intorno.

Spero che questa visita vi sia piaciuta.
Un saluto e alla prossima. 

venerdì 8 giugno 2018

Bookcrossing




Ho partecipato al Bookcrossing del libro "Viola e verde" di Pamela della Mina, organizzato dalla cara amica Fioredicollina.


E' il primo libro scritto da questa autrice, un libro scorrevole, avvincente e moderno che si legge tutto d'un fiato. 
La protagonista è Futura, una ragazza di vent'anni, affetta da bipolarismo, proveniente da una famiglia problematica e intrappolata in una relazione insana.
Futura guarda il mondo con i suoi occhi verdi e viola, parla poco ma osserva e riflette molto. 

Si  trova impegnata nel difficile compito di dare ordine alle proprie emozioni che   tiene ben schedate in un archivio, di fianco al letto. 
Le pagine del libro sono una sorta di diario, non solo suo ma anche delle sue quattro amiche,  per cui la stessa vicenda ci viene raccontata da diverse angolazioni, col sottofondo di squarci di canzoni  che fanno da filo conduttore alle parole .
Il finale, poi, è veramente inaspettato ed anche geniale, ed è quello che dà un significato profondo a tutto il libro.


Ringrazio l'amica Fioredicollina per questa opportunità di lettura e per il bel segnalibro  verde e viola.


Auguro all'autrice Pamela della Mina di avere il successo che merita e di poter scrivere altri libri avvincenti ed interessanti  come questo. 

Il libro, ora, è pronto per riprendere il suo viaggio, a chi arriverà ??


martedì 5 giugno 2018

Raduno di vecchie signore

Raduno di vecchie signore ! No,  non io e le mie amiche !! Sto parlando di auto storiche !! 
Quelle che vi mostro sono foto fatte da me, ad un raduno di auto.
Proviamo ad identificare ogni auto, vediamo se vi ricordate marca e modello .
Alla n. 3 li metto io, per le altre auto, aspetto che li individuate voi e poi aggiungo  (anche perchè io non me li ricordo tutti !!!) . Ok ? Forza : 



 1)
 2) Giardinetta

 3)Fiat Dino 2400

 4)
 5)Fiat 500 e Citroen "Tiburon"
 6)

7)