venerdì 31 marzo 2017

Giornate FAI


Per le Giornata FAI di Primavera, dello scorso week end,  sono stata a vedere il Castello di Cusago, alle porte di Milano.
Ho fatto un bel pò di strada e mi aspettavo di poter visitare almeno la corte interna, se non le stanze.
Invece ho potuto visitare solo una parte delle mura esterne.
Impossibile entrare : è tutto in rovina, rischia di crollare tutto.. che peccato...!!!
E' un castello del 1354, fatto costruire da Bernabò Visconti e rimaneggiato da Ludovico il Moro, originariamente era molto decorato ed era usato soprattutto come residenza per la caccia, dato che il territorio era ricco di selvaggina e di acqua.
Oggi non è rimasto più niente, solo degrado e incuria a cui si cerca, faticosamente di metter riparo.

Ecco le mie foto :





Sempre a Cusago, in una frazione che sono riuscita a raggiungere dopo molti giri a vuoto, ho visitato, sempre grazie al FAI, la chiesa di Santa Maria Rossa.
Costruita nel XIV secolo, faceva parte di un grande convento, che ora non c'è più.
Conteneva degli affreschi di scuola Lombarda, molto preziosi,  che ora sono al Castello Sforzesco di Milano.
Anche qui non è rimasto quasi più niente della bellezza di una volta, la chiesa è stata sconsacrata e viene usata per feste ed eventi. 
Ecco le mie foto :




L 'ultima cosa che ho visto, nel fine settimana dedicato al FAI, è stata una piccola chiesetta dedicata a San Salvatore, questa era ben conservata e molto carina.
Ecco le mie foto :





14 commenti:

  1. Che peccato che gran parte del nostro sterminato patrimonio artistico stia cadendo in rovina!
    Un abbraccio e l'augurio di un felice fine settimana.
    Antonella

    RispondiElimina
  2. Luoghi interessanti ma...che peccato vedere tante ricchezze andare in rovina...per fortuna c'è chi cerca di salvare il nostro patrimonio, un'impresa non facile...
    Un caro saluto e buon w.end!
    Carmen

    RispondiElimina
  3. Bellissimi luoghi... è un peccato vedere certe bellezze così rovinate però!
    Un bacio!

    Nuovo post sul mio blog!
    Se ti va ti aspetto da me!
    http://lamammadisophia2016.blogspot.it

    RispondiElimina
  4. Troppo spesso sono abbandonate al degrado strutture che nel migliore dei casi tenteranno di recuperare quando le opere più importanti saranno ormai gravemente deteriorate.
    Felice fine settimana, un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
  5. Peccato, è sempre una fitta al cuore vedere luoghi d'arte in stato di degrado.

    RispondiElimina
  6. Come troppo spesso accade, i nostri tesori e le nostre meraviglie finiscono nel dimenticatoio insieme al ciarpame.
    Siamo un popolo di disgraziati per certi versi.
    Bel post! Bei posti!

    RispondiElimina
  7. L'Italia è un paese tutto da visitare, iniziando dai piccoli borghi.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  8. vedo che giri spesso, io ne ho meno voglia perchè per lavoro sono sempre in giro in auto e a volte arrivo al week end veramente stanca, grazie x qst tue belle foto cosi vedo stando comodamente seduta:-)
    ciao!

    RispondiElimina
  9. questo sarebbe il nostro "ORO NERO" ..il nostro petrolio ...potremmo vivere bene almeno una metà delle persone del nostro paese .. invece lo lasciamo andar in malora..e poi ci lamentiamo del lavoro che non c'è ..tenendolo bene ,curato, potremmo vivere benissimo solo con la nostra cultura ..
    speriamo che migliori un pò ..in certi posti sò che stan migliorando..vedremo
    serena domenica

    RispondiElimina
  10. Le tue foto sono bellissime. Mi dispiace che non hai potuto entrare nel castello, ma comunque hai fatto una bella passeggiata... beata te!

    RispondiElimina
  11. Bel luogo, peccato che come sempre noi italiano sottostimiamo il nostro patrimonio artistico culturale e i risultati si vedono.
    Un abbraccio,
    Franny

    RispondiElimina
  12. Muy bonitas todas las imagenes, saludos y feliz semana.

    RispondiElimina