lunedì 16 gennaio 2017

Venticinque grammi di felicità.

Oggi vorrei presentarvi il libro "Venticinque grammi di felicità" di Massimo Vacchetta, con Antonella Tommaselli.
Massimo Vacchetta è un veterinario, specializzato nella cura dei bovini ma alla ricerca di qualche cosa di nuovo.
Un giorno, casualmente si imbatte in  un piccolissimo riccetto nato da poco, orfano, con minuscoli aculei bianchi e morbidi sulla schiena.
Il piccolo, che si rivelerà poi essere una piccola, pesa 25 gr e pigola piano, di fame,di solitudine...
Scatta così una molla che avvicina il veterinario alla piccola che , pian piano, fra mille attenzioni e cure, cresce e diventa giocherellona, dispettosa, affettuosa ... ma la riccetta è anche un animale selvatico che ha bisogno della sua libertà, la gabbia le va sempre più stretta, Ninna reclama la vita libera nei boschi..


In questo libro, Massimo Vacchetta, racconta lo straordinario incontro che lo ha aiutato a superare un periodo di crisi e gli ha dato un nuovo scopo : creare un centro di recupero per ricci e aiutare questi animaletti in difficoltà, minacciati dalla nostra disattenzione.
Questo centro si chiama "La Ninna" , in onore della piccola riccetta.
E, così, dopo Ninna, fanno la loro comparsa Trilly l' impenitente dongiovanni,la fragile Lisa, Zoe che ha saputo resistere a ogni colpo avverso.
Animali feriti , maltrattati, soli, tutti con una gran voglia di vivere.


Bellissimo libro, lo consiglio a tutti, grandi e piccoli.




(foto dal sito "La Ninna")


Buona lettura !!!

23 commenti:

  1. Un centro di recupero per ricci... Non sapevo che ne esistevano. Ma adesso vedo che in Spagna ci sono molti centri di recupero, ma di animali in generale.

    Ciao, buona settimana.
    podi-.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Podi, è in Piemonte questo centro. Ciaoo

      Elimina
  2. Ho sentito parlare di questo romanzo, ma non l'ho letto. Una bella storia, interessante, grazie della dritta. Ciao e anche se in ritardo di auguro un felice e sereno anno.
    Stefania

    RispondiElimina
  3. Cara Mirtillo, anche se sono solo 25 grammi penso che sia tanta felicità in questo bellissimo libro.
    Ciao e buona settimana cara amica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tomaso, buona settimana anche a te.

      Elimina
  4. grazie per questa bella recensione!!!! Un abbraccio lory

    RispondiElimina
  5. Ciao Mirtillo, tanti anni fa noi avevamo trovato un riccetto tanto piccolo che ancora non pungeva. Era solo e piangeva disperato. Lo abbiamo tenuto in casa nel trasportino dei gatti per qualche mese poi a primavera lo abbiamo liberato. Macchia il suo nome.
    Più volte al giorno la figlia che allora era bimba lo liberava dalla gabbia lo metteva per terra e lui girava per casa. Dopo un po' era stanco, si arrampicava sue sue gambe (era seduta per terra)mì, si accucciava in grembo e dormiva.
    Tenerissimo!
    Chissà che fifne ha fatto poi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un tenero commento, il tuo, Patricia.

      podi-.

      Elimina
    2. Grazie Patricia , per questo tuo tenerissimo ricordo. Ciaooo

      Elimina
  6. Buon pomeriggio, bellissimo questo titolo! Dolcissime foto! Grazie a te per aver condiviso con noi questo libro! Un abbraccio a presto!

    RispondiElimina
  7. Ciao Mirtillo, vedo con piacere che sei riuscita a leggere il libro. A mio parere è un libro bellissimo che ci insegna sugli uomini e sugli animali, l'ho letto con grande piacere ed emozione e credo che tre qualche tempo lo rileggerò.
    Un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è un libro bellissimo e ricco di insegnamenti. Ho fatto fatica a trovarlo ma , alla fine, ce l'ho fatta !! Ciaooo

      Elimina
  8. Ciao!!!
    Mi hai incuriosito e vedrò di leggerlo al mio piccolo, terrorizzato dagli animali..... =(
    Grazie della recensione!!!
    Kisssssssssssssssssssssssss

    RispondiElimina
  9. Mi sembra un bel libro Mirtillo, e un ottimo consiglio, visto che è sempre bene ricordarci di quanto gli animali vadano tenuti in considerazione, tutte le specie nessuna esclusa, e di quanto possa essere, oltre che giusto e bello, anche terapeutico per noi prendercene cura :)

    RispondiElimina
  10. Ho qst libro da leggere, infatti ne coprai uno x me e uno x un'amica. mi fa piacere che ti sia piaciuto. ciao cara

    RispondiElimina
  11. Ciao, i ricci sono animaletti che ho sempre adorato e non posso assolutamente perdermi questa lettura. Grazie per averla segnalata :)

    RispondiElimina
  12. Per due volte ho trovato un riccio nel mio giardino. Avevo perfino costruito un ricovero ma avendo poca terra attorno hanno preferito entrambi di spostarsi nel giardino del mio vicino molto più grande, pieno di piante e, naturalmente più attirante. Peccato che non tutti i libri italiani siano tradotti e venduti in Francia. Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  13. carinissimi ..nel mio giardino ci sono ciotole con pappa gatti che spesso ..quasi smpre vengono condivise co i ricci ..spesso li vedi magiare assieme ..anzi i piccoletti si fan strada tra i gatti "brontolando " ..e i gatti si spostano ^_^

    RispondiElimina
  14. Che libro dolce e che patatoni i ricci, nel giardino davanti a casa ne troviamo sempre tantissimi e sono amati da tutto il vicinato, delle volte finiscono in strada e ognuno di noi quando gli trova li prende e rimette in giardino!

    RispondiElimina