lunedì 29 agosto 2016

Festival di Letteratura



Oggi voglio parlarvi del festival letterario "Sentieri e Pensieri", che si è tenuto nelle valli Ossolane, dal 19 al 23 agosto e ha visto diversi graditi ospiti del mondo dei libri, che hanno presentato le loro "fatiche" più recenti.

Gli appuntamenti che si sono susseguiti in questi cinque giorni, sotto la guida del direttore artistico Bruno Gambarotta, sono stati molti e tutti interessanti, ogni ospite ha raccontato la sua vicenda umana e professionale.

Storie toccanti come quella di Salvatore Striano, cresciuto a Napoli, in una zona controllata dalla criminalità, Furti, spaccio, la fuga in Spagna, la latitanza, il carcere....fino alla libertà e al riscatto attraverso la lettura di Shakespeare e il teatro.

Striano ha presentato il libro "La tempesta di Sasà".



(foto fatta da me- Striano è a destra)


Di tutt'altro genere è stato l'incontro con Alice Basso, che ha presentato il suo libro :" Scrivere è un mestiere pericoloso " . 
Alice Basso è una giovane autrice, piena di brio e vitalità (oltre che a lavorare in una casa editrice, canta e suona in una banda rock).
Questo brio lo ha trasmesso ai protagonisti del suo libro, una commedia, scritta con l'intento di divertire.



(foto fatta da me- Alice Basso è a destra)




Ricordo ancora il dialogo/intervista  fra Bruno Gambarotta (molto simpatico!)  e Mario Baudino (giornalista del quotidiano "La Stampa" e scrittore).
Gambarotta ha presentato "Non si piange sul latte macchiato", una raccolta di racconti un pò tragicomici e personaggi, a volte, grotteschi. 

(foto fatta da me, purtroppo un pò da lontano. Baudino a sinistra e Gambarotta a destra)


E poi, ancora, ecco Vito Cioce e Paolo Maggioni che hanno presentato rispettivamente : "Diamoci un toner-Storia di un non libro" e "Giacinto Facchetti, il rumore non fa goal".

(foto fatta da me- Cioce a sinistra-Maggioni a destra)

E, per finire in bellezza, l'ultima sera : Vittorio Sgarbi !!!
Ha presentato il suo libro "La Costituzione e la Bellezza". 
Ero molto curiosa di vedere se Sgarbi avrebbe usato i toni soliti o sarebbe stato più civile e devo dire che, è stato molto interessante. Doveva essere un'intervista, invece Sgarbi ha parlato a ruota libera per un'ora e mezza, se non di più, raccontando fatti, aneddoti, con le sue solite espressioni molto colorite, qualche parolaccia ogni tanto ma è stato grande nel difendere la Bellezza nell'animo, nell'arte, nel lavoro. 

(foto fatta da me- Vittorio Sgarbi)

Bravo Vittorio ! Mi sei piaciuto !!!

giovedì 25 agosto 2016

Candy


Questo è un piccolo post di ringraziamento per l'amica Fioredicollina.


Oggi , infatti, ho ricevuto il dono hand-made, per aver vinto il Candy, in occasione dei  10 anni del suo blog.
Fiore è un'amica di lunga data, ci siamo conosciute ai tempi di Splinder, infatti anch'io son più di 7 anni che tengo un blog (anzi due, uno qui e uno gemello su Iobloggo).
Vi mostro, con una mia foto, il contenuto del pacchettino, spero che si veda bene il portachiavi in legno, decorato a mano (credo con il pirografo) con una piccola volpe che sorride a una farfallina e tanti piccoli campioncini di prodotti, che sto provando . 


Grazie Fiore, sei una cara amica.

mercoledì 24 agosto 2016

La terra trema ancora



Questa mattina mi sono alzata presto, dovevo partire per lasciare la montagna.
Appena alzata, ho acceso la tele per le ultime notizie e ho appreso del tremendo terremoto in Italia centrale.
Una serie di forti scosse alle 3.30 di notte che hanno avuto l'epicentro tra i paesi di Amatrice ed Accumuli.

Più di 200 scosse in tutta la giornata che hanno distrutto interi paesi e provocato moltissime vittime, tra cui tanti bambini.
Colpa della forza della Natura, colpa dell'incuria degli uomini...non lo so, probabilmente entrambe le cose.

Oggi i miei pensieri sono con le popolazioni colpite, con chi ha perso la vita, con chi ha perso tutto.


Un abbraccio sentito a tutti coloro che stanno vivendo in prima persona questa tragedia e una preghiera dal cuore per chi non c'è più.




(immagine dal web)

lunedì 22 agosto 2016

Tour di Minorca : Cova d' en Xoroi

 Cova d'en Xoroi, il covo dei pirati, è una meravigliosa grotta a picco sul mare, formata da tante cavità naturali.
Di giorno è un bar, di notte diventa una discoteca che è molto rinomata nella zona.
Date le sue dimensioni, il numero di persone che possono entrare è limitato a circa trecento alla volta.
Qui abbiamo bevuto un drink che doveva essere al calar del sole ma, dato che era molto nuvoloso, è andata già bene che non è piovuto.
Ecco qualche foto, fatta da me:






Termina qui il mio viaggio sull'isola di Minorca ma ci sarebbero ancora tanti e tanti luoghi da scoprire, perchè Minorca è un'isola che va vissuta, scoperta e assaporata un poco alla volta.
Qui bisogna girare in barca, in macchina...inutile fermarsi in un posto, l'importante è avere voglia di conoscere e di divertirsi .
L'isola misura circa 60 km di lunghezza per 20 km di larghezza, nel punto più ampio; c'è una strada principale che la attraversa tutta, da questa strada principale partono strade secondarie e ben segnalate che conducono in spiagge bellissime e nascoste, tutte da vivere
!!!


                                                                     THE END 

martedì 16 agosto 2016

Tour di Minorca : Mahon

Mahon è la capitale dell'isola di Minorca e ha un porto magnifico che è considerato il più esteso di tutto il Mediterraneo. 
Noi abbiamo fatto la visita del porto in barca, il viaggio è durato circa un'ora.
C'era anche la nostra nave, l'"Amerigo Vespucci" in tutto il suo splendore. 

La sera era possibile salire a bordo  per visitarla ma la guida ci ha detto anche che le code erano lunghissime.
Per il resto Mahon è una bella città, anche con parecchio traffico e qui c'è l'unico aeroporto dell'isola.
Purtroppo, essendo una visita guidata, il tempo a disposizione non è stato molto e, quindi, è stata una corsa per le vie della città.


(foto personali - continua...)

lunedì 8 agosto 2016

Marina Bellezza

Oggi voglio parlarvi del  libro scritto da Silvia Avallone "MARINA BELLEZZA", un libro che mi è piaciuto abbastanza,  nonostante le oltre 500 pagine di cui il libro è composto e qualche pecca.

La trama, presa da Internet, è questa :
"Il romanzo racconta la storia d'amore tra Marina Bellezza e Andrea Caucino, due giovani della 
Valle Cervo.
Andrea è figlio dell'ex-sindaco di 
Biella; è da anni in rotta con la famiglia e vive modestamente con un lavoro da bibliotecario part-time, progettando di rilevare una vecchia cascina sulle Alpi biellesi e di diventare allevatore e produttore di formaggi.
Marina invece, di qualche anno più giovane di lui, ha una madre 
alcolista e un padre assente e dedito al gioco d'azzardo. Per sfuggire ad una vita decisamente difficile la ragazza utilizza la propria bellezza e le sue notevoli doti di cantante e di ballerina per emergere nel mondo dello spettacolo ".
Praticamente il libro è tutto incentrato sulla figura di Marina e sui suoi innumerevoli capricci e colpi di testa.
La storia,  che non ha quasi uno sviluppo vero e proprio, poteva certo essere raccontata con molte meno pagine ma, comunque, sono riuscita a reggere bene fino alla fine.
La  cosa che non mi è piaciuta è stato il finale, uno di quei finali "aperti", che non son finali, perchè non concludono la storia ma ognuno può immaginare ciò che vuole.
Io, il finale, qualunque esso sia, lo esigo !
Un'altra cosa che mi ha un pò lasciata perplessa è la grande diversità fra i due giovani che sognano un avvenire completamente diverso (lei vuole sfondare nel mondo dello spettacolo, avere fans e ammiratori - lui vuole ristrutturare una vecchia cascina e ritirarsi a vivere in una sorta di solitudine,  allevare mucche per produrre il formaggio), mi chiedo che probabilità avrebbero, nel mondo di oggi,  due persone così di  stare insieme ?).
C'è un'altra cosa che mi ha un pò infastidita : Elsa, coinquilina di Marina, che subisce violenza da parte di Andrea ma tace e perdona per amor suo. Mah !!!
Comunque, nonostante ciò, il libro è scorrevole e gradevole : lo consiglio, con l'augurio di una buona lettura ! 



(foto da Internet)