sabato 30 aprile 2016

In manifattura

All'inizio del mese di aprile ho partecipato ad una visita guidata ad una antica manifattura del milanese, che è stata fondata nel 1903 e chiusa nel 2008 a causa della concorrenza cinese.
Questa manifattura era molto conosciuta  per la qualità e la varietà dei suoi filati e dava lavoro a oltre 900 dipendenti.
La manifattura comprendeva anche una chiesa, un campo da calcio, un asilo, un convitto, diverse abitazioni per  chi vi lavorava.
Ed erano soprattutto giovani ragazze di 13 o 12 anni a lavorare in questa  manifattura.
Le suore Salesiane , presenti nella Manifattura, si occupavano di loro e gestivano il convitto che le ospitava.
Ora gli edifici sono vuoti, vi sono ospitate alcune mostre temporanee, tutto il complesso è in vendita e in attesa di una nuova destinazione. 


Questa è l'infermeria


L'ingresso del convitto femminile

Il distributore di benzina

L'ingresso principale dello stabilimento


L'altissima ciminiera

Il deposito 
( foto fatte da me )
BUON PRIMO MAGGIO !!!

12 commenti:

  1. Salut,vers les années 1965 j ai vu les premiers chinois travailler dans les caves in via Messina à Milan .

    RispondiElimina
  2. Bel posto, penso sia stata una visita interessante .....
    Un vero peccato che le manifatture italiane così belle e fatte bene non siano ancor oggi concorrenziali riespetto a quelle di altri paesi fatte molte peggio sia come materiali che in generale. Anche a causa dell'eccessivo costo del lavoro che da troppo tempo c'è in Italia ..... purtroppo a scapito degli stipendi netti.

    Bel post Mirtillo un saluto e buona settimana. A presto

    RispondiElimina
  3. Buona sera, un post interessante grazie! Ti auguro una buona serata a presto!

    RispondiElimina
  4. Una visita interessante.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  5. Bellissimi scatti, una visita guidata molto interessante!
    Un abbraccio da Beatris

    RispondiElimina
  6. Vedere questi luoghi così abbandonati mi fa un po' impressione...penso a tutte le persone che vi hanno lavorato, magari sognando un domani migliore, chissà..
    Una visita interessante e che offre molti spunti di riflessione.

    RispondiElimina
  7. La concorrenza cinese e la poca lungimiranza di chi compra portano a questo: stabilimenti su stabilimenti chiusi. E' un vero peccato.

    L’angolo della casalinga, ricette veloci e facili

    RispondiElimina
  8. bè PECCATO stiamo ammazzando tutta la nostra tradizione ed il nostro artigianato.Sono molto sensibile a questo argomento perchè ti parlo da artigiana che conosce tanti altri artigiani spazzati via dalle porcherie arrivate nel nostro paese.
    Abbiamo tanti maestri artigiani che sono veri e propri artisti non rimarrà più nulla di tutto questo e ti assicuro fa male.
    Un abbraccio
    To me new post
    babaluccia.blogspot.com
    bloglovin

    RispondiElimina
  9. such a lovely and entertaining post! Hope you have a great weekend.

    Style For Mankind
    Bloglovin

    RispondiElimina