lunedì 28 dicembre 2015

Auguri !!

Eccomi qui per porgere a tutti gli amici e a tutti coloro che passeranno di qua, i miei auguri per un sereno Anno 2016.
Veniamo da un anno difficile, che ci ha segnato con eventi tragici ma dobbiamo continuare a credere e ad adoperarci, nel nostro piccolo, nella vita di tutti i giorni, per un futuro di pace e di serenità .



E non dimentichiamoci dei nostri amici animali che hanno paura dei botti.
Per la notte dell'ultimo dell'anno diciamo :


AUGURI !!
                                 BUON 2016  !!

domenica 27 dicembre 2015

Un'opera in Comune

Da qualche anno, dalle mie parti, si svolge l'iniziativa "Un' opera in Comune", con lo scopo di presentare al pubblico e valorizzare un'opera poco conosciuta.
Quest'anno è stata la volta di quest'opera del Legnanino : "Il sogno di Giuseppe ".
Un quadro molto bello !!

martedì 22 dicembre 2015

Auguri !

Auguri, amici, a voi e alle vostre famiglie !
Tanta pace e serenità !!



"Se un giorno, guardando dalla finestra,
non vedrò più guerre,
 prenderò un albero,
 lo vestirò di stelle...
e quel giorno sarà Natale"

(dal Web)

sabato 19 dicembre 2015

E' Natale

Il S. Natale si avvicina a grandi passi e io vorrei mostrarvi un presepe di grandi dimensioni che ho visitato nei giorni scorsi.
Si snoda nel chiostro di una antica abbazia del pavese e le "statuine" sono a grandezza umana.
Bellissimo !! Che impressione : sembra vero !!




(FOTO PERSONALI)

mercoledì 16 dicembre 2015

No ai botti !!

Condivido quanto ha scritto l'amica FIOREDICOLLINA nel suo blog "OK ANIMALI" , a proposito dei botti di Capodanno :

FACCIAMOLO PER I NOSTRI AMICI ANIMALI, diciamo NO ai botti di capodanno! 
Il forte e improvviso rumore procura agli animali gravi momenti di panico, terrorizzandoli al punto da procurare reazioni istintive incontrollabili. 
Fuggono dal luogo in cui avvertono il rumore, mettendo a rischio la loro vita e a repentaglio l'incolumità di automobilisti e delle persone. I botti sono colpevoli ogni anno della morte di migliaia di animali per stress, spaventi e incidenti! 
Il Capodanno sia un giorno di festa, ma lo sia per tutti, animali compresi. Per questo, limitiamo questa forma di festeggiamento ai fuochi più silenziosi, che spesso sono anche i più belli, come le fontane, per fare un esempio! 
Firma e diffondi anche tu la petizione clicca sul link:

domenica 13 dicembre 2015

In attesa

In attesa del S. Natale, ecco alcuni presepi dal mondo, che ho fotografato in una piccola mostra:



sabato 12 dicembre 2015

Fanciulla di neve

Domenica scorsa, alla manifestazione "Artigiano in Fiera", sono stata attratta, in particolare, da una bancarella che vendeva oggetti in ceramica, provenienti dalla Bielorussia.
Ho comprato
 una piccola bambolina che la venditrice mi ha detto essere la Figlia di Babbo Natale, un personaggio da noi sconosciuto ma pare che nei Paesi dell'Est sia molto popolare e protagonista di varie leggende.
Mi sono informata in internet e credo che la mia statuina rappresenti "Snegurocka" ovvero la "Fanciulla di Neve" o "Nevina", cioè la nipote del portatore di doni Nonno Gelo.
Una bella ragazza bionda, che porta i lunghi capelli a treccia e indossa un abito bordato di pelliccia.
Vorrei proporre due leggende che riguardano il personaggio della fanciulla di Neve (prese da Wilkipedia)
Una leggenda racconta che Sneguročka era la figlia di due persone che non riusciavano ad avere figli e, per questo motivo, decisero di "fare" una figlia con della neve. Un giorno, Sneguročka, che d'estate si sentiva sempre triste, andò in un bosco con altre ragazze per raccogliere dei fiori; le ragazze accesero poi un falò, attorno al quale si misero a saltare: lo fece anche Sneguročka, che però si sciolse diventando una nuvola.
Un'altra leggenda racconta che Sneguročka era la figlia della Fata Primavera e del Vecchio Inverno e che Jarilo, il Sole, l'aveva condannata a morire se mai si fosse innamorata di qualche ragazzo; per questo motivo, viene tenuta a lungo nascosta dalla madre. Un giorno però Sneguročka conosce Mizgir', il fidanzato della sua migliore amica e se ne innamora, ricambiata: questo sentimento però costa la vita a Sneguročka, che si scioglie colpita da un raggio di sole; Mizgir', affranto dal dolore, decide di togliersi la vita, gettandosi in un lago.

Ecco la foto della mia "Fanciulla di Neve" o Snegurocka e la Sneguročka raffigurata da Viktor Michajlovič Vasnecov :

 

mercoledì 9 dicembre 2015

Artigiano in Fiera

 Domenica 6 dicembre sono stata all'ARTIGIANO IN FIERA, presso la Fiera di RHO.
Praticamente è la stessa stazione dell'EXPO, sono che, una volta nel sottopasso, invece che a sinistra si va a destra.
Se qualcuno fosse interessato, questa manifestazione è aperta fino a domenica 13 dicembre.
La gente è sempre tantissima, come all'EXPO, c'è di buono che qui l'ingresso è gratuito e non bisogna far le code chilometriche ai tornelli.
Ci sono padiglioni di artigianato, soprattutto delle regioni italiane ma anche dell'Europa e del resto del mondo.
Io amo , in particolar modo i padiglioni italiani (ci sono i presepi in legno del Trentino che son favolosi, le ceramiche siciliane, i gioielli e gli oggetti in sughero della Sardegna, la pelle toscana...) !
Mi attirano sempre molto anche i padiglioni europei , in particolare quelli dei paesi dell'est che hanno sempre prodotti simpatici e coloratissimi .
Belli anche i padiglioni asiatici con stoffe coloratissime, tappeti, oggetti in pelle... Vi mostro alcune foto che ho fatto io, col mio cellulare :

Un presepe in legno del Trentino.

Bambole dalla Lombardia :

Ceramiche dalla Sicilia :
 Qui siamo in Oriente :






domenica 6 dicembre 2015

Panettoni- 3° e ultima parte.

La terza leggenda, quella che si ritiene sia più veritiera, narra che all'inizio il panettone era come una grossa pagnotta che veniva messa direttamente nel forno. Diversamente dal panettone attuale, non veniva preparato in uno stampo, quindi restava basso e largo perchè la lievitazione non veniva indirizzata verso l'alto.
La svolta avvenne negli anni venti, grazie ad Angelo Motta, che, al tempo, aveva una pasticceria vicino alle colonne di San Lorenzo, a Milano, e alla casa del signor Rijoff, un russo emigrato in Italia per salvarsi dalla rivoluzione bolscevica.
Fu proprio il signor Rijoff che, in vista della Pasqua, andò da Motta per ordinare duecento  Kulich, dolci lievitati tradizionali, preparati in stampi cilindrici prima di essere infornati.
Motta prese spunto daldolce russo e applicò l'idea al panettone, circondandolo di carta paglia perchè lievitasse e crescesse verso l'alto.
Così nacque il panettone con la classica forma che tutti conosciamo oggi , "a tappo di champagne".
(foto dal web e leggende tratte dalla manifestazione "Arte del Panettone" - Legnano 22/11/2015)

giovedì 3 dicembre 2015

Panettoni - 2°

Ecco la seconda leggenda che riguarda l'origine del panettone :
Il cuoco di servizio di Ludovico Il Moro fu incaricato di preparare un sontuoso pranzo di Natale a cui erano stati invitati molti nobili del circondario. Ma il dolce, dimenticato nel forno, quasi si carbonizzò.Un piccolo sguattero, di nome Toni, vista la disperazione del cuoco, propose  una soluzione :
"Con quanto è rimasto in dispensa- un pò di farina, burro, uova, della scorza di cedro e qualche uvetta-stamattina ho cucinato questo dolce. Se non avete altro, potete portarlo in tavola"
Il cuoco, a corto di alternative, acconsentì e, tremante, si mise dietro a una tenda a spiare la reazione degli ospiti.
Tutti furono entusiasti e, al duca, che voleva conoscere il nome di quella prelibatezza, il cuoco rivelò il segreto : " L'è il pan del Toni". Da allora è il "pan del Toni", cioè il "PANETTONE". 
(foto dal web e leggende tratte dalla manifestazione "Arte del Panettone" 22/11/2015 Legnano)

martedì 1 dicembre 2015

Panettoni 1°

 PREMESSA : nei giorni scorsi sono stata ad una manifestazione nella quale le migliori pasticcerie della zona offrivano degustazioni gratuite dei loro panettoni artigianali, in vista del S. Natale. Ne ho assaggiati molti : pere, cioccolato, ciooccolato e pere, albicocche, agrumi, cannella, canditi, senza canditi, mantovana, sbrisolona, ecc.. . Eran tutti ottimi !
Da qui l'idea di preparare qualche post sull'origine di questo dolce che, dalla Lombardia, si è poi diffuso in tutta Italia.
Ci son diverse leggende, ecco la prima : 
Messer Ughetto degli Atellani, falconiere, che abitava nella contrada delle Grazie a Milano, innamorato di Algisa, bellissima figlia di un fornaio, si fece assumere dal padre di lei come garzone.
Tentando di incrementare le vendite per farsi notare, provò a inventare un dolce.
Con la miglior farina del mulino, impastò miele, uova, burro, uva sultanina e infornò. il successo di questo esperimento fu strabiliante, tutti vollero assaggiare il nuovo pane e, qualche tempo dopo, grazie all'approvazione del padre di Algisa, i due giovani poterono finalmente sposarsi e vivere felici e contenti.
(foto personali e leggende tratte dalla manifestazione "Arte del panettone"- Legnano 22/11/2015)

lunedì 30 novembre 2015

indietro nel tempo

Questa volta parliamo di falconeria e tiro con l'arco storico, presso l'Abbazia di Morimondo (PV).
Queste foto sono state scattate in un caldo pomeriggio di novembre .
Lo spettacolo è iniziato con l'esibizione dei rapaci, guidati dai falconieri ma io, che sono arrivata a spettacolo quasi finito, non ho visto quasi niente.
Poi c'è stata l'esibizione degli arcieri; i bersagli erano i feroci animali della foresta, sì ...ma finti !


E, per finire, vi mostro l'accampamento davanti all'Abbazia :
 

mercoledì 25 novembre 2015

Raffaello

Alla Reggia di Venaria Reale, sabato 14 novembre, ho visto una mostra dedicata a Raffaello Sanzio e ad alcuni suoi seguaci.
Ecco qualche immagine (presa dal Web) relativa ai dipinti presenti, che erano veramente belli :
 Madonna del Granduca
  La Muta
 Santa Cecilia 

domenica 22 novembre 2015

VENARIA REALE

 Ora vi mostro alcune foto della Reggia di Venaria Reale, dove mi sono recata sabato 14/11.
Si tratta di un seicentesco castello all'interno di una riserva di caccia sabaudia.
Si trova nella periferia torinese, è molto ben tenuta, ha dei giardini molto curati e un aspetto massiccio e imponente.
Per arrivarci ho preso il "Venaria Express" ,un pullman apposito che collega la Reggia al centro di Torino .
 
(foto personali 14/11/2015)

giovedì 19 novembre 2015

Torino

 Sabato 14 e domenica 15 novembre sono stata a Torino, dopo tanto sole, c'era la nebbia e faceva un pò fresco.
Non è stato un gran week end; sono stati i giorni degli attentati a Parigi.
Son partita sabato mattina, dopo aver appreso queste notizie, con l'angoscia nel cuore.
In più l'amica che è venuta con me ha fatto due giorni a star male per febbre, vomito, ecc.. ecc... Insomma, poteva andare decisamente meglio ! Son stata contenta di tornare a casa !
Vi lascio un paio di foto di Torino, che ho fatto in quei giorni. 

domenica 15 novembre 2015

Parigi

  
Un pensiero per le vittime di Parigi, con una grande tristezza nel cuore. 

martedì 10 novembre 2015

Gatti !!!

Ma come son belli questi micioni, in mostra ad una esposizione felina !!!
Coccolati e pettinati  dai loro padroni, dormono tranquilli, indifferenti a chi si avvicina e cerca di attirare la loro attenzione per ammirarli meglio !!
Sì, siete proprio tanto belli, siete un amore,  ma siete tanto viziati !!
Probabilmente preferireste dormire tranquilli sulle poltrone di casa e farvi le unghie sui mobili,  come  fa la mia pestifera Bianca rovina tutto, piuttosto che stare in bella mostra tutto il giorno !

 
  

sabato 7 novembre 2015

Castagne

Foto di un  caldo pomeriggio d'autunno; ci sono gli alpini che preparano le castagne arrosto, per la gioia di grandi e piccoli.
Guardate che metodi per arrostire le castagne :
-una specie di botte di ferro, con le castagne dentro,che gira sul fuoco,

-tre grossi paioli, appesi alla trave, ogni tanto un'alpino dà un bella rimestata e via.
Che profumo delizioso e invitante ! Penso proprio che mi fermerò ad acquistarne un bel cartoccio !!
 
(foto personali-Novara 25 ottobre 2015)